Crostacei del Mediterraneo

34 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

34 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

Crostacei del mediterraneo… tutto il sapore del Mare Nostrum direttamente nel piatto

Gamberi, scampi, aragoste, astici, granchi: ricchi di sapore e dalla texture vellutata, i crostacei sono tra gli alimenti più ricercati e apprezzati dai buongustai di tutto il mondo. Scopriamo insieme come gustarli al meglio

Quali sono i crostacei?

Cominciamo facendo subito chiarezza: i crostacei sono un sottotipo degli artropodi e rappresentano senza dubbio una delle prelibatezze più apprezzate del nostro mare.

Tuttavia, sebbene si tratti principalmente di animali marini, ne esistono anche alcune varietà che vivono in acque dolci.
Al di là del loro habitat naturale, dal punto di vista della morfologia tutti i crostacei sono provvisti, al livello del capo, di due appendici preorali dette antenne. Un’altra caratteristica che li contraddistingue è la presenza del carapace, una sorta di corazza più o meno dura che protegge il cefalotorace. Nelle aragoste, negli astici e nei granchi, ad esempio, è molto sviluppato. Sono poi tutti dotati di una decina di zampe – o chele – dette anche decapodi.
Nello specifico, scopriamo quali sono i crostacei nello specifico: gamberi, gamberoni, cannocchie (anche note come cicale di mare), aragoste, astici, scampi, mazzancolle, granchi e paguri.
Dal punto di vista nutrizionale e organolettico, una cornucopia di sapori e consistenze, dal basso contenuto di grassi e calorie ma dall’elevato apporto proteico, con un buon apporto di vitamine del gruppo B e sali minerali.

Come cuocere i crostacei?

In pratica, i crostacei sono la scelta perfetta per chi vuole fare la dieta senza rinunciare al gusto.
Anche perché si prestano a diverse tipologie di preparazione.

Sono ottimi se consumati crudi: vi basterà privarli del carapace o magari prepararli in tartare: se non avete ancora assaggiato la nostra tartare di gambero rosso di Mazara – il gustoso crostaceo che in Sicilia chiamano l’Ammaru Russu – dovete assolutamente rimediare. È già pronta all’uso in pratiche confezioni sottovuoto da 100 grammi: vi basterà scongelarla per tempo, un filo d’olio evo, un pizzico si sale Maldon e una spolverata di pepe selvatico e siete pronti per un antipasto stellato!

Oppure, se non andate pazzi per le crudités, potete semplicemente cuocerli al vapore per pochi minuti, proprio come fa il nostro company chef, Giorgio Guglielmetti con il gamberone Carabinero in questa video-ricetta: sarà il protagonista indiscusso della vostra catalana di crostacei.

O ancora se preferite un piatto un po’ più elaborato, potete cuocerli in padella: in questa video-ricetta, Giorgio Guglielmetti spiega come pulire gli scampi e come cucinarli al sale ardente in padella. Una preparazione semplicissima, ma estremamente raffinata, l’ideale per una cena romantica o come main course per un pranzo di festa.